I 5 principali linguaggi di programmazione particolarmente utili per gli amministratori di sistemi

Linguaggi
0

Gli amministratori di sistemi, a seconda dell’organizzazione aziendale, si trovano spesso a dover svolgere svariati compiti informatici pertanto un po’ di automazione potrebbe aiutarli a guadagnare tempo prezioso per portare a termine il tutto.

L’apprendimento di almeno un linguaggio di programmazione è importante per favorire l’automatizzazione di alcune attività (in particolare quelle ripetitive) ed un risparmio di tempo da poter spendere meglio per affrontare questioni che richiedono una maggiore iniziativa personale.

I linguaggi indicati di seguito sono particolarmente importanti per favorire quanto appena detto. Analizziamoli nel dettaglio:

Python

Python si trova in cima alla lista tra molte piattaforme IT. Alcuni dei punti di forza del linguaggio sono l’open source, il supporto dalla maggior parte dei sistemi operativi, la facilità di utilizzo grazie alla sua curva di apprendimento relativamente bassa, e l’interoperabilità in diversi settori, come i social media, il web, l’amministrazione, l’automazione e la sicurezza.

I ruoli più adatti per i programmatori Python includono i test di penetrazione, gli sviluppatori web, l’automazione e DevOps.

BASH

Bourne Again Shell, o BASH in breve, è la shell nativa dei sistemi basati su Unix/Linux. Uno dei contro comuni di tale linguaggio è che non è supportato da tutti i sistemi operativi, in particolare i sistemi Windows (anche se Microsoft ha fatto passi avanti per incorporare un interprete BASH, disponibile come installazione opzionale sui sistemi basati su Windows).

Tra i vantaggi invece troviamo la sua velocità ed efficienza, così come il suo supporto unificato su piattaforme basate su *nix. Risulta inoltre particolarmente utile agli amministratori che desiderano rimanere nei loro ruoli ma espandere ulteriormente le loro conoscenze.

I ruoli più adatti per i programmatori BASH comprendono gli amministratori di sistemi basati su Linux, l’automazione e lo sviluppo di applicazioni.

PowerShell

PowerShell (PWSH) di Microsoft, originariamente sviluppato come successore dell’interfaccia CLI nei sistemi Windows, ha subito un cambiamento negli ultimi anni, tra cui il supporto limitato per i sistemi basati su Unix, diventando open source, e più recentemente aggiungendo più supporto per una vasta gamma di sistemi operativi, inclusi Linux e macOS.

Sebbene il punto cruciale non sia cambiato, si è sviluppato in un linguaggio di programmazione a sé stante, usato dagli amministratori per supportare e gestire i dispositivi con la flessibilità di manipolare i dati in molti modi, compresa l’automazione di quasi tutti gli aspetti di un sistema.

I ruoli più adatti per i programmatori PowerShell includono gli amministratori di sistemi basati su Windows e Linux, l’automazione e il cloud engineer.

Ruby

Ruby è tra i linguaggi di programmazione più recenti e probabilmente il meno popolare. Ciò non significa che sia meno utile, visti i suoi punti di forza: facile da imparare e ideale per lo sviluppo web-based e l’e-commerce, grazie anche alla sua attenzione per il codice snello e la sicurezza.

Ruby ha un notevole seguito nel mondo della sicurezza informatica, data la sua facilità nell’aiutare i professionisti dell’Infosec a diffondere il codice fuzz, nel reverse engineering di file e applicazioni e nell’eseguire tutta una serie di altri test di penetrazione.

I ruoli più adatti ai programmatori di Ruby includono lo sviluppo web, il pen testing, lo sviluppo di applicazioni e l’e-commerce.

JavaScript

JavaScript è tra i più vecchi linguaggi di programmazione qui elencati, essendo stato sviluppato quasi 25 anni fa. Nonostante ciò, si caratterizza per velocità, compatibilità, versatilità e semplicità.

JS viene aggiornato frequentemente con nuove funzioni che consentono un maggiore utilizzo delle risorse per le applicazioni basate sul web, lo sviluppo mobile e i giochi.

Sebbene sia superiore sotto molti aspetti ad altri linguaggi, non è privo di limitazioni. Si possono riscontrare criticità riguardo al browser installato, perché non tutti i browser supportano le stesse funzioni e potrebbero “rompere” le applicazioni, e non è molto adatto alla gestione di sistemi.

I ruoli più adatti per i programmatori JavaScript includono lo sviluppo web, lo sviluppo di applicazioni, lo sviluppo di dispositivi mobili e lo sviluppo di giochi.

 

Leggi anche  Ci saranno ancora gli sviluppatori nel futuro?

Fonte:

https://www.techrepublic.com/article/top-5-programming-languages-for-systems-admins-to-learn/

Leave us a comment