Vai al contenuto
Home » Lavoro » Lavoro in smart working » 7 cose che devi sapere sullo smart working [2022]

7 cose che devi sapere sullo smart working [2022]

L’Italia ha introdotto lo smart working nel 2017, ma solo dopo la pandemia si è iniziato a parlarne. Analizziamolo insieme.


Secondo il Ministero del Lavoro, “Il lavoro agile (o smart working) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività.”

Possiamo considerare 3 punti:

  • flessibilità organizzativa
  • volontarietà delle parti
  • strumentazione idonea

Inoltre si garantisce parità di trattamento economico e normativo rispetto a chi lavora “in presenza”.


La Legge 22 maggio 2017, n.81, disciplina lo smart working o anche chiamato lavoro agile. In particolare l’articolo 18 definisce la definizione riportata in precedenza. Il comma 3 riporta inoltre che “queste disposizioni normative si applicano anche ai rapporti di lavoro alle dipendenze della PA.

Di smart working, però, si è iniziato a parlare solo con l’emergenza covid-19 e con le misure attuate per facilitare l’accesso a questa modalità di lavoro. Abbiamo una serie di normative tra il 2020 e il 2021 atte a regolare il lavoro agile, sia nel settore pubblico che in quello privato.

Lo smart working viene inserito come modalità di lavoro obbligatoria dove è possibile con il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18. Ciò è stato prorogato fino al 31 luglio 2021 per il settore privato, poi solo facilitato fino al 31 Dicembre 2022 con il Decreto Aiuti Bis.

Per il settore privato è stata introdotta la procedura semplificata valida fino al 31 Dicembre 2022. In breve, non è necessaria la stipula dell’accordo con lavoratore, ma basta compilare un modulo da inviare al Ministero (invece di dover inviare tutti gli accordi con i singoli lavoratori).


Possiamo individuare 3 categorie.

3.1 Lavoratori fragili

Sono i lavoratori in possesso di disabilità con connotazione di gravità.

  • anziani
  • pazienti immunodepressi
  • pazienti oncologici
  • pazienti con terapia salvavita

3.2 Genitori lavoratori del settore privato con almeno un figlio minore di 14 anni

I lavoratori che hanno almeno un figlio a carico sotto i 14 anni possono richiedere lo smart working. Alcune precisazioni:

  • entrambi i genitori devono lavorare
  • non devono percepire aiuti statali
  • solo un genitore può fare richiesta

3.3 Lavoratori del settore privato

La proroga riguarda anche lo smart working semplificato per cui non è necessario l’accordo individuale, ma l’azienda è solo tenuta a comunicare la lista dei dipendenti che hanno mostrato la volontà di lavorare con questa modalità.

Scaduto il termine del 31 Dicembre 2022 si tornerà alla procedura ordinaria di cui al D.M. n. 149 del 22 agosto 2022, ovvero bisognerà allegare e sottoscrivere l’accordo con ogni singolo lavoratore.


La legge lascia al lavoratore la piena libertà nella scelta dello spazio di lavoro (sì anche in spiaggia). Questo si sposa con la filosofia di questa modalità che punta molto di più sui risultati, responsabilizzando il dipendente.


4.1 Bisogna comunicare il luogo dove si svolge smart working?

Non vi è alcun obbligo di comunicare all’azienda il luogo in cui si lavora da remoto. Da ciò deriva che allo stesso modo non serve chiedere un’autorizzazione (per esempio per lavorare in dall’hotel).

Ovviamente possono esistere alcuni accordi individuali tra datore di lavoro e dipendente per quanto riguarda lo smart working (prestazione ibrida, reperibilità ecc).


Questa modalità di lavoro presenta evidenti vantaggi, ma anche alcuni svantaggi. Vediamoli insieme.

5.1 I vantaggi

I dati della ricerca dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano, relativi al 2019 mostrano alcuni elementi interessanti.

I benefici principali derivati dall’utilizzo dello smart working sono:


Lavoro in smart working
Lavoro “in presenza”
  • Livello di engagement

    33% vs. 21%

  • Soddisfazione dell’organizzazione

    31% vs. 19%

  • Relazione fra colleghi

    31% vs. 23%

  • Relazione con i superiori

    25% vs. 19%

  • Soddisfatti del proprio lavoro

    76% vs. 55%

  • Orgogliosi dei risultati dell’organizzazione

    71% vs. 62%

  • Desiderio di rimanere nell’azienda

    71% vs. 56%


5.2 Gli svantaggi

Il non poter incontrare i colleghi di persona può avere degli effetti negativi come la sensazione di solitudine.
Inoltre molte persone non dispongono di uno spazio adeguato per lavorare da casa e di conseguenza devono recarsi in un luogo diverso.


A tale riguardo è bene sottolineare che lo smart working non è il telelavoro.


Smartworking

  • Filosofia manageriale
  • Flessibilità
  • Autonomia

Telelavoro

  • Svolto da casa col supporto di tecnologie
  • Stesse modalità del lavoro in ufficio
  • L’orario fisso è ancora presente

Se hai intenzione di iniziare a lavorare in remoto hai bisogno degli strumenti giusti. Ecco qui una lista dei più utili:

7.1 Google Drive


Strumento di archiviazione di Google.

  • Funziona su qualsiasi piattaforma e dispositivo
  • Puoi condividere i tuoi file
  • Più persone possono lavorare contemporaneamente sullo stesso documento

7.2 Google Calendar


Calendario online di Google. Con questo strumento puoi:

  • Pianificare le attività
  • Sostituire il calendario cartaceo
  • Condividere con i colleghi le attività pianificate
  • Segnare le ferie/assenze
  • Inserire appunti

7.3 Trello


Software di task-management per gestire la to-do list giorno per giorno. Ti permette di:

  • Creare delle bacheche 
  • Suddividerle per progetto
  • Assegnare task ad altre persone
  • Inserire descrizioni, commenti
  • Allegare file

7.4 Slack


Software di messaggistica istantanea. Con Slack puoi:

  • Creare canali diversi
  • Suddividere le chat per progetto e/o cliente
  • Chattare privatamente
  • Caricare file utili
  • Collegare altre app come Trello
  • Collegare il tuo sito web per chattare con gli utenti

7.5 Hangout Meeting


Software di Google per organizzare meeting online. Alcune features:

  • Collegare Google Calendar
  • Condividere il link per entrare
  • Non serve iscriversi per partecipare alla call
  • Funziona sia su desktop che su mobile

Lo smart working è la modalità del futuro? Lo Abbiamo chiesto ai nostri lettori con un sondaggio.

L’87% ha mostrato la volontà di lavorare da casa, con 45% in modalità ibrida e 43% in full remote.

Questo conferma il trend positivo dello smart working in Italia, ma le aziende sono pronte per il futuro?

Digitalizzarsi è quanto mai più importante in questo periodo e allo stesso tempo sempre più lavoratori preferiscono lavorare da casa piuttosto che guadagnare di più.

Stai cercando una nuova opportunità lavorativa in ambito ICT?

Se sei in cerca di un’azienda che possa soddisfare le tue esigenze lavorative, Starfinder può aiutarti! Gratuitamente!

Siamo un’agenzia di ricerca e selezione del personale specializzata in headhunting, troviamo i candidati attivamente e li proponiamo alle aziende che richiedono i nostri servizi.


Seguici anche sui nostri social!


Articoli consigliati

I lavori più pagati in Italia del 2023

I lavori più pagati in Italia del 2023

Sicuramente ti sarai chiesto almeno una volta nella vita quali sono i lavori più pagati in Italia, per pura curiosità,...
Leggi tutto
Non trovi lavoro su LinkedIn? Ecco 5 step da seguire

Non trovi lavoro su LinkedIn? Ecco 5 step da seguire

Se sei arrivato su questa pagina molto probabilmente già sai cos’è LinkedIn. Stiamo parlando del social network dedicato al mondo...
Leggi tutto
Lo sviluppatore software spiegato in meno di 500 parole

Lo sviluppatore software spiegato in meno di 500 parole

Lo sviluppatore software (o all’inglese, software developer), è una delle figure professionali più richieste in Italia. Perché? La digitalizzazione è...
Leggi tutto
Sviluppatore sito web: chi è e cosa fa

Sviluppatore sito web: chi è e cosa fa

Sviluppatore sito web, web developer, sviluppatore web. Sono tutti sinonimi per definire lo stesso ruolo. Si tratta di una delle...
Leggi tutto
ICT: significato dell’acronimo del futuro

ICT: significato dell’acronimo del futuro

Cosa significa ICT? Quali sono le professioni lavorative in questo settore? Come trovare lavoro nell'ICT? Scopriamolo insieme! IndiceCosa significa ICT?Qual...
Leggi tutto
Gli head hunter sono il futuro del recruiting?

Gli head hunter sono il futuro del recruiting?

Conosci gli head hunter? Pur essendo inglese è un termine che sempre di più sta acquistando fama in Italia. Perchè?...
Leggi tutto
7 cose che devi sapere sullo smart working [2022]

7 cose che devi sapere sullo smart working [2022]

L'Italia ha introdotto lo smart working nel 2017, ma solo dopo la pandemia si è iniziato a parlarne. Analizziamolo insieme....
Leggi tutto
Una breve guida sulle AI: definizione, usi e storia

Una breve guida sulle AI: definizione, usi e storia

Qual è la definizione di intelligenza artificiale e quali sono i suoi utilizzi? Scoprilo in questo articolo! Indice1. Cos’è l’intelligenza...
Leggi tutto
Sindrome da Burn out: come evitare di “scottarti”

Sindrome da Burn out: come evitare di “scottarti”

Burn out: probabilmente avrai già sentito parlare di questa sindrome, ma andiamo ad analizzarla nel dettaglio. Indice1. Cos’è il burn...
Leggi tutto
I 3 migliori linguaggi di programmazione nel 2023

I 3 migliori linguaggi di programmazione nel 2023

Quali sono i 3 linguaggi di programmazione più usati nel 2023? Scoprilo in questo articolo! Indice dei contenuti1. Cos’è un...
Leggi tutto
Perché affidarsi a un’Agenzia di ricerca e selezione del personale?

Perché affidarsi a un’Agenzia di ricerca e selezione del personale?

Cos'è un’Agenzia di recruiting, quali servizi offre e come si differenzia dalla classica Agenzia per il lavoro? Scoprilo in questo...
Leggi tutto
Le migliori soft skills da includere nel tuo CV

Le migliori soft skills da includere nel tuo CV

Probabilmente avrai già visto annunci di lavoro in cui vengono richieste una serie di hard skills e una di soft...
Leggi tutto
2022: I linguaggi di programmazione più richiesti nel mercato ICT

2022: I linguaggi di programmazione più richiesti nel mercato ICT

CodingNomads, piattaforma online che offre servizi per imparare a programmare, ha cercato di rispondere a una delle domande più frequenti...
Leggi tutto
ICT: l’assunzione di figure tech sarà una delle sfide maggiori del 2022

ICT: l’assunzione di figure tech sarà una delle sfide maggiori del 2022

Un sondaggio di 14.000 sviluppatori e reclutatori da parte della piattaforma CodinGame ha rivelato che quasi la metà dei datori...
Leggi tutto
ICT: le principali competenze tecnologiche che i datori di lavoro stanno cercando

ICT: le principali competenze tecnologiche che i datori di lavoro stanno cercando

I linguaggi di programmazione continuano a dominare le caratteristiche dei posti di lavoro, con datori di lavoro desiderosi di costruire...
Leggi tutto
Sviluppatori back-end: in cima alla lista dei lavori tecnologici più richiesti

Sviluppatori back-end: in cima alla lista dei lavori tecnologici più richiesti

Gli sviluppatori back-end sono in cima alla lista dei lavori tecnologici più richiesti, secondo un sondaggio di recruiter della piattaforma...
Leggi tutto
Il linguaggio di programmazione PHP è in una posizione fragile, previsto un nuovo piano di sviluppo

Il linguaggio di programmazione PHP è in una posizione fragile, previsto un nuovo piano di sviluppo

PHP, uno dei linguaggi di programmazione più popolari, sarà sostenuto grazie alla creazione di una nuova fondazione per poter garantire...
Leggi tutto
Processi aziendali: cos’è il Temporary Management

Processi aziendali: cos’è il Temporary Management

Il Temporary Management (TM) è uno strumento moderno ed efficace nel quale la gestione di un’impresa o di un progetto...
Leggi tutto
Fractional Management: il Temporary Management per le Pmi

Fractional Management: il Temporary Management per le Pmi

Un grande numero di piccole e piccolissime imprese è sempre più interessato allo strumento del Temporary Management (TM), in una...
Leggi tutto
Caso studio: Microsoft, il lavoro a distanza sta rendendo più difficile la produttività e l’innovazione

Caso studio: Microsoft, il lavoro a distanza sta rendendo più difficile la produttività e l’innovazione

Uno studio sui dipendenti Microsoft negli Stati Uniti ha concluso che il passaggio al lavoro a distanza in tutta l'organizzazione...
Leggi tutto
{"slide_show":3,"slide_scroll":1,"dots":"false","arrows":"true","autoplay":"true","autoplay_interval":3000,"speed":600,"loop":"true","design":"design-1"}